Il progetto di formazione del Bambino Gesù in Tanzania

Il Dipartimento di Chirurgia Plastica e Maxillo - Facciale a Itigi

In Tanzania, come in molti altri paesi africani, sono molto comuni i traumi legati alle ustioni.

Le case più povere, infatti, sono spesso monolocali con un braciere all’interno, dove i bambini facilmente si ustionano. Tanti sono anche i bambini affetti da malformazioni congenite: il più comune è il labbro leporino (o labiopalatoschisi). 
Sia le ustioni sia le malformazioni congenite, se non vengono trattate nel modo giusto, possono dare esisti deturpanti, lasciando segni indelebili in età adulta.

Per questo un team del Dipartimento di  Chirurgia Plastica e Maxillo-Facciale dell’Ospedale Bambino Gesù da alcuni anni si reca al St. Gaspar and Teaching Hospital di Itigi in Tanzania – ospedale gestito dalla Congregazione dei Padri del Preziosissimo Sangue – per trasferire competenze e conoscenze al personale sanitario locale e garantire una migliore qualità del trattamento dei piccoli pazienti affetti da traumi, ustioni e malformazioni congenite.

Quello in Tanzania è un progetto che il Bambino Gesù sta portando avanti non solo attraverso missioni di formazione in loco, ma anche dando la possibilità a un medico tanzaniano di trascorre un lungo periodo di training a Roma. Mentre scriviamo Padre Oscar Boniface, medico e religioso, è impegnato in sala operatoria con i suoi colleghi del Bambino Gesù, per imparare nuove tecniche chirurgiche e tornare in Tanzania a mettere in pratica quanto sta imparando qui.

21/9/2020

Formazione del personale sanitario nei Paesi terzi - Attività Internazionali
Dona per sostenere Formazione del personale sanitario nei Paesi terzi - Attività Internazionali

« Torna all'archivio News e eventi

Ti potrebbe interessare

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato sulle novità del mondo pediatrico